La sindrome “Hikikomori”: prevalenza nella popolazione generale e psichiatrica. Una systematic review con meta-analisi

di Andrea Pozza • Anna Coluccia • Marco Gaetani • Roberto Gusinu •Fabio Ferretti

La Sindrome Hikikomori è una condizione, osservata nel corso dell’ultimo decennio in adolescenti giapponesi, caratterizzata da completo e prolungato ritiro sociale e permanenza in ambiente domestico in attività ripetitive quali l’utilizzo del PC, associato a perdita di interesse nei confronti di scuola o lavoro. Non è chiaro in che misura il fenomeno esista in altri contesti culturali. Nella letteratura internazionale è assente una revisione sistematica con meta-analisi, che ne sintetizzi la prevalenza. Il presente lavoro descrive il primo studio di systematic review con meta-analisi sulla prevalenza della Sindrome Hikikomori nella popolazione generale e quella psichiatrica. È stata condotta una ricerca sistematica con l’utilizzo dei database elettronici PubMed e Scopus. Sono stati inclusi 9 studi (n = 8598), 7 dei quali condotti in Paesi asiatici. Negli studi sulla popolazione generale è stato osservato un effect size medio significativo di 0.015 (p < 0.001), che indica una prevalenza di 1.5%. Nella popolazione psichiatrica è stato osservato un effect size medio significativo di 0.26 (p < 0.05), che indica una prevalenza di 26%. Negli studi in cui l’età media era più bassa (B= -0.06, p <0.001) o la percentuale di maschi più alta (B= 0.18, p <0.001), la prevalenza è stata significativamente maggiore. La prevalenza è risultata paragonabile a quella di altri disturbi psichiatrici gravi, come i disturbi di personalità. È possibile che differenze di genere, associate all’utilizzo del supporto sociale e dei comportamenti di richiesta di aiuto come strategia di coping, medino il ruolo del genere maschile. Si rendono necessari ulteriori studi sul fenomeno nei Paesi occidentali, in particolare in Italia..


.



Santa Maria alle Scotte University Hospital of Siena

Andrea Pozza • Marco Gaetani • Roberto Gusinu •Fabio Ferretti


Medical & Health Serevices Manager of Santa Maria alle Scotte University Hospital, Siena

Anna Coluccia


Per corrispondenza: Prof. Fabio FERRETTI • Santa Maria alle Scotte University Hospital of Siena, viale Bracci 16, 53100 Siena, Italy.

Tratto da: Rassegna Italiana di Criminologia n° 1/2019



COMPRA

back to top