Rassegna Italiana Di Criminologia

Organo ufficiale della Società Italiana di Criminologia

di Cristiano Barbieri


Il presente contributo intende riflettere sui modelli di causalità di volta in volta invocati nel c.d. reato d’impeto. Questa fattispecie delittuosa, infatti, viene tradizionalmente qualificata proprio in base al tipo di causa che la motiverebbe: cioè, un impulso tanto repentino nella sua comparsa, quanto distruttivo nei suoi effetti. In realtà, non esiste un’unica definizione del c.d. reato impulsivo, ma se ne possono riconoscere almeno tre: una di tipo fenomenico, una di tipo clinico ed una di tipo ermeneutico, tra loro complementari. Quindi, tenuto conto sia dei molteplici fattori in gioco, sia dei rispettivi influssi, sia delle costanti interazioni, un verosimile modello di causalità per tale delitto può essere espresso dalla metafora dello “gnommero” o “gomitolo”, secondo la lezione di Carlo Emilio Gadda. Non a caso, facendo riferimento alla sua opera letteraria, è possibile prospettare per questa tipologia di reato non solo un paradigma pluri-con-causale che renda conto di tutto ciò che può intervenire nella sua attuazione, ma anche un processo di chiarimento di tutto quanto di controverso ed enigmatico può esservi nel medesimo. In quest’ottica la costruzione di una narrazione che, in modo ermeneutico, renda esplicito ciò che è implicito, alla fine, estrinseca il senso ed il significato reconditi dell’agito; al punto da conferire alla parola la qualità di elemento chiarificatore del caos ed organizzatore di un cosmo, perché trasforma una narrazione povera e riduttiva, tipica del delitto impulsivo, in un’altra più complessa, ma più intellegibile.


Sezione di Medicina Legale e Scienze Forensi, Università degli Studi di Pavia

Cristiano Barbieri
Per corrispondenza: CRISTIANO BARBIERI,  e-mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Tratto da: Rassegna Italiana di Criminologia n° 2/2017



COMPRA

Abbonamenti

Enti: Italia € 80,00
Estero € 120,00
Privati: Italia € 70,00
Estero € 110,00
Soci SIC: Italia € 55,00
Estero € 85,00

Le richieste d’abbonamento e ogni altra corrispondenza relativa agli abbonamenti vanno indirizzate a:
info@pensamultimedia.it  - Pensa MultiMedia Editore s.r.l. - Via A. Maria Caprioli, 8 - 73100 Lecce - tel. 0832.230435

Per maggiori informazioni clicca qui.

Segreteria

Di.M.I.M.P.
Sez. di Criminologia
Università degli Studi di Bari
Tel. 080 5478282
Fax 080 5478248

Contatti

Pensa MultiMedia Editore s.r.l.
Via A.M. Caprioli, 8
73100 Lecce

oppure scrivici